Come si diventa wedding planner

4 min read

Come si diventa wedding planner di certo non lo si può spiegare in 5 minuti e molto facilmente neppure in un’ora. Ma, se trovi il tempo e hai voglia di leggere fino alla fine, ti racconterò tutto su questa professione. Credimi quando dico che prima di diventare wedding planner devi organizzarti per diventare capo di te stess*. Se stai cercando qua e là di capire come si diventa wedding planner, sei nel luogo giusto.

Come già saprai:

  • come per qualsiasi professione, anche in questa, nessuno nasce sapendo fare il lavoro di wedding planner.
  • se chiederai a chi ha iniziato più di 5/10 anni fa, scoprirai tanti modi differenti di lavorare
  • non è detto che chi fa wedding planning sia anche un wedding designer (te ne parlerò in un futuro articolo)

Come si diventa wedding planner… non sottovalutare questi consigli

  • se ti stai affacciando ora a questa professione prima devi prepararti a saper lavorare. (alla fine di questo articolo trovi tre spunti per iniziare)
  • verifica l’identità della persona a cui chiedi consiglio (a questo dedicherò un post a brevissimo, perchè sta diventando sempre più urgente dare indirizzi utili)
  • non buttarti subito nell’apertura della tua attività |non sarà questo blog a farti aprire domani mattina, ma ti sarà d’aiuto seguirlo|
  • prima di iscriverti ad un corso leggi questo articolo (ora è in bozza)

Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua.

Cit. Confucio

Non diciamo sciocchezze!!!

Che ti piaccia oppure no, questo è un lavoro di fatica, sacrificio, impegno 24/7 e grande fonte di stress. (non preoccuparti dedicherò un articolo anche a come sopravvivere a tutto questo) Di certo è un gran bel lavoro, è più che evidente! Soprattutto se vogliamo parlare del fatto che:

  1. vedi luoghi meravigliosi
  2. incontri molte persone
  3. conosci culture differenti
  4. vivi di belle emozioni
  5. sei padrone del tuo tempo
  6. loro, le tue coppie, ti amano come una persona di famiglia (ricordati di questo quando leggerai il paragrafo poco più sotto, perchè questo è ciò che muove tutto)

Come ci si prepara a diventare wedding planner?

Dimentica le foto di wedding planner sui tacchi, ben vestite e in posa accanto al tavolo o con la cartellina in mano perfettamente truccate e sorridenti. Quello è il finale dello show!

Sì, anche tu sarai così! Impeccabile agli occhi del pubblico ma sappi che avrai i minuti contati per apparire in quel modo. Avrai già lavorato minimo 8 ore sotto il sole (se è un giorno fortunato), avrai male ai piedi e starai sognando il tuo letto o la tua doccia, mentre tutto deve ancora andare in scena. Tutto questo mentre il tuo gruppo di amici o la tua famiglia trascorre un sereno sabato di riposo senza di te. Non ti svelo come ti sentirai la domenica perchè non voglio farti scappare dal mio blog.

Non mi credi? Ci sono tant* wedding planner che stanno leggendo questo articolo e te lo possono confermare

Ora però concentriamoci a comprendere come arrivarci. Tre parole che raggruppano tutto il tuo presente e futuro. Sia per la vita privata che per quella professionale. Segnale nella prima pagina della tua agenda e quando non saprai da che parte iniziare concentrati su:

Pianifica | Progetta | Programma

E qui viene il bello! Ti chiedo di dare estrema importanza alla gestione della tua vita privata. Del resto se non sai organizzare la tua vita, come puoi farti carico di una responsabilità così grande? Organizzare il primo giorno più importante di una coppia è una responsabilità, ricordalo sempre! Tutto si può rifare, migliorare, modificare, ma il giorno del matrimonio NO! Quello deve essere “buona la prima” e tu ne sarai il regista dal momento in cui conoscerai la coppia fino al grande giorno (e anche per qualche settimana dopo).

Ho scritto |1°| perchè considero il giorno del matrimonio il primo di una lunga serie di momenti indimenticabili da ricordare e conservare nel cuore.

Quindi come si diventa wedding planner? Capisco che sia la domanda più frequente e dalla quale ci si aspetta che come per magia ci sia una formula che ti trasforma in tale figura misteriosa, ma ogni cosa necessita tempo per essere ben fatta. Quindi leggi i prossimi articoli e se hai domande scrivile nei commenti. Ti aspetto mercoledì prossimo per un articolo completamente dedicato ai libri che ti insegnano le basi per diventare wedding planner. Ed ecco cosa puoi fare per iniziare il tuo percorso in questo meraviglioso mondo del wedding:

#memo l’informazione è gratis, la formazione ha sempre un costo!

interessati a tutto ciò che è una risorsa gratuita, qualsiasi sia la fonte (youtube, blog, corsi, webinar, social, eventi)

di tutte le informazioni raccolte cerca quelle che più spesso vengono ripetute. Segnatele e verificale anche parlando con chi ha già un’attività

diffida dei corsi, sono davvero pochi quelli validi. Ricorda un solo corso non farà di te un wedding planner, ma se è un buon corso ti porterà sulla strada giusta

non concentrarti sulla ricerca di informazioni solo tramite chi è del settore matrimonio. Avrai bisogno delle conoscenze di svariate “materie” ma quest’ultimo punto è già un altro articolo….

Se non ci conosciamo, mi presento qui

Se vuoi scoprire come è nato questo progetto, leggi qui

Ogni mattina alle 8 l’appuntamento è con “un post per colazione” FB/qui e IG/qui

Usa e segui l’#bemywp

*m/f

6 thoughts on “Come si diventa wedding planner

  1. ho sorriso durante tutta la lettura, soprattutto al pensiero dei piedi la domenica mattina…come mi manca quella sensazione!
    comunque il sorriso, anche con terra e vesciche ovunque, non si perde mai anzi, quasi mai!

    grazie dei tuoi consigli!

  2. Carissima Ale, che piacere, finalmente, tornare a leggerti!
    Non avevo dubbi che avresti fatto la differenza su questo mercato…e la premessa è davvero eccellente!
    Grazie per ciò che hai scritto, grazie per come, grazie perché sono sicura che farai chiarezza e darai luce a questo nostro amato ambiente di lavoro!
    Ila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *